hellgarden Just another WordPress weblog

31/10/2007

Filed under: Uncategorized — mazinrage @ 20:59

-Hey man che ti è successo dimmi perfavore
dov’è finito quel tuo sguardo caparbio da sognatore??
Hey man me l’ha spento il mondo con l’estintore
poi ha affilato una lama e me l’ha infilata nel cuore
adesso per non sentire il dolore
l’ho coperto col ghiaccio e lo faccio
battere attraverso le parole
che sputo a tempo su un rullante e una cassa
ma non riesco a stare a tempo col tempo che passa
e non so se sono io che son cambiato con gli anni
o se sono sempre lo stesso e sono cambiati tutti gli altri
dove ho sbagliato,quando mi sono smarrito
fatto sta che non mi riconosce neanche il mio migliore amico
e vorrei un mare invernale da contemplare
ma qui il massimo è un’aperitivo in cui affogare le pare
sto cercando i miei fantasmi per poterli sfidare
mi danno appuntamento e poi non si fanno trovare
e ho smesso
di chiedere aiuto un sorriso come scudo
ho mantenuto cio’ che ho promesso
e ancora adesso guardo fiero il mio riflesso
sono rimasto sempre vero e onesto con me stesso..

Faccia a faccia con te stesso ti accorgi che non va
urli a squarciagola ma nessuno sentirà
stringi più forte i pugni ma sai che non servirà
tutto il mondo che volevi tanto non si avvererà
Faccia a faccia con te stesso ripeti che cambierà
rifletti sul riflesso di un ragazzo alla tua età
ti fai troppe domande a cui non si risponderà
faccia a faccia con te stesso per scoprir la verità

Sono il classico figlio che segue la strada dei suoi genitori
che serba i loro stessi rancori
senza colpi di testa per non dare delusioni
in cerca di un futuro solido per realizzar le sue ambizioni
sono il classico ragazzo della mia età
che mette il cuore in mano a una persona in cerca di felicità
eh già tutto bene fin qua
ma la vita prende pieghe che cambiano la realtà
ed ora mi ritrovo indipendente con un buon lavoro in mano
con la voglia di scappare via in un posto lontano
nei miei occhi vedo un uomo sento un suono
no non cambia per la vita anche se lei ha cambiato ciò che sono
trovo mille motivazioni so che non cambia adesso
che poi sarà diverso che tutto avrà più senso
e nel mio sguardo il riflesso di sacrifici
di cui non parlo ai miei se il mio disagio li rende infelici
cerco rifugio negli amici
ma poi all’improvviso non capiscono un cazzo di quel che dici
solo stravolto getto acqua sul mio volto
specchio qualunque sia il verdetto sarò pronto

Guardati allo specchio man che cosa vedi?
la vita manda al tappeto,tu stai ancora in piedi?
balli in cima al mondo oppure tutto il mondo ti schiaccia?
sorridi nei tuoi occhi o ti sputeresti in faccia?
Guardati allo specchio man che cosa vedi?
ti sei arreso oppure lotti per quello in cui credi?
riconosci quel volto ed ogni sbaglio commesso?
Puoi mentire al mondo intero ma non puoi mentire a te stesso.

duplici – allo specchio

io mi sputerei in faccia.

30/10/2007

sole..

Filed under: Uncategorized — mazinrage @ 02:59

La tele resta spenta e non la guardo più ho un nodo in gola che è difficile mandare giù, fumo un po’, sposto via la tenda, cielo grigio piombo io non lascio che mi prenda, la nostalgia che sale lentamente come mai io penso a te mi chiedo adesso dove sei cosa fai, chissà se tu avrai mai pensato a me, al nostro fuoco che bruciava e mo’ è cenere. Ma tutto passa piano e pure se fa strano io sorrido perché so che oggi non ti chiamerò, quel che viene venga e mi sta bene quel che è stato è già passato e mo’ il passato se lo tiene, e piove già da un tot, la pioggia bagna la mia pelle ma mi asciugherò perché so che il tempo è ciclico e so che un po’ di tempo è quello che ci vuole mentre un guaglione sta scacciando il male sta aspettando il sole…
Oggi non c’è sole intorno a me salvami, risplendi e scaldaci, voglio il sole, cerco nuova luce nella confusione di un guaglione…
…e oggi è come ieri ma forse è un’impressione frutto della mente di un guaglione sarà che non c’è il sole sarà che tutto sembra resti uguale sarà quel che sarà sono preso male ma nessuno chiama e non so chi chiamare cerco di schiodarmi e penso solo a quello che ho da fare uh Gesù Gesù, sono io la vittima dei demoni che tornano e che vengono a tirarmi giù i miei cattivi pensieri che mi aspettano braccano, parlano e parlano dove sono i raggi che scaldavano un guaglione dove sono gli altri della mia ballotta mo’ che sono nel ciclone in dopa trovo la mia cura in dopa mischio le radici e la cultura, l’energia pura la musica mi detta le parole caccio queste rime e so che prima o poi ritorna il sole…
Oggi non c’è sole intorno a me salvami, risplendi e scaldaci, voglio il sole, cerco nuova luce nella confusione di un guaglione…
…vada come vada e va da sé conto solo su di me e già so che già sai che… Chico fa quel che s’ha da fare quando amore non c’è … dev… dev… devo imbustare perché in tasca manca money sempre più difficile restare calmo in questa situazione sclero, non ne voglio più parto da zero so che in qualche modo devo andare su ma… non c’è più luce, solo buio che fa male non c’è più pace solo rabbia che ogni giorno sale so bene dove sono e adesso voglio stare qui, sentire il beat se sei all’ascolto vieni a prendermi rapiscimi, musica colpisci al cuore boom cha boom cha però non c’è dolore distendi le tue mani guaritrici su un guaglione mentre sta aspettando il sole…
Oggi non c’è sole intorno a me Salvami, risplendi e scaldami, voglio il sole, cerco nuova luce nella
confusione di un guaglione…

neffa – aspettando il sole

16/10/2007

la notte..

Filed under: Uncategorized — mazinrage @ 01:21

lo so posto poco ma è tutto una merda gesù mi gioca a dadi e la vita mi chiede il sangue per ogni minuto che passa..
questa canzone esprime tutta la situazione meglio di me,come al solito kaos mi guarda dentro come nessun altro..

INSOMNIA
Occhi rossi nervi a pezzi luci spente puntualmente
aspetti il sonno inutilmente mentre fuori la città è avvolta
nell’ombra dentro quella stanza non è tutto come sembra
se sulla sedia dove stanno i tuoi vestiti sono apparsi
strani volti che guardi con occhi vuoti
può darsi che non sia solamente fantasia
può darsi che non sarà poi così facile riaddormentarsi
questa notte le hai già provate tutte senza esito ma
questa notte ogni mezzo lecito perché stanotte il buio
saprà parlare ed userà argomentazioni che non puoi
affrontare proverà ad urlare anche se è nascosto riuscirà
a tenerti sveglio a qualunque costo ormai sei esausto
(sei) in preda alla tensione ti stai chiedendo
se stanotte avrà mai fine.

Rit:
è solamente un’altra notte ad occhi aperti
dimmi che daresti adesso pur di addormentarti
questa notte il buio sa parlare
e mai come stanotte il tempo va al rallentatore.

è solamente un’altra notte ad occhi aperti
dimmi che daresti adesso pur di addormentarti
questa notte il buio parla piano e mai come stanotte
il giorno appare più lontano.

Il buio parla sapendo che sei in ascolto il buio ha un
volto stavolta il buio ti ha scelto cerchi di evitarlo ma
farlo sarà impossibile sarà più svelto e sfrutterà ogni
punto debole, qua zero regole ed è inutile fuggire,
il tuo obiettivo è sopravvivere, il suo è farti impazzire
saprà colpire mentre guardi nel passato ricordi che era
meglio riuscire ad aver scordato
col risultato che niente è più uguale se ogni immagine
si sovrappone in modo casuale perché quando il male
è il solo modo per descriverlo tocca viverlo in tempo
reale e poi scriverlo oppure inciderlo ma in modo
permanente dividerlo tra chi lo lo ascolta ma non lo
sente perché stavolta niente è come l’aspetti nel buio
tu cammini con me come gli spettri.

RIT

Oltre questa notte non cè niente oltre i contorni
se oltre stanotte sarai tu che li trasformi bè tienilo
a mente da stanotte non dormi qua sai quando parti
ma non sai quando ritorni sono altri giorni
che non riesco piu scordare sono le notti a impormi
il suono da usare qua toccherà ascoltare perchè
non ti puoi nascondere il buio sa parlare con te
prova a rispondere.

la notte..ti vengo a cercare…

Powered by WordPress